Collegamenti sponsorizzati

Disturbi Gravidanza

I disturbi in gravidanza

In gravidanza vi sono probabilità di avere qualche piccolo disturbo legato alla condizione che viviamo. Questi disturbi possono però essere alleviati e anche evitati conoscendone le cause ed evitandone i fattori di rischio. I disturbi in gravidanza possono avere cause legate allo stile alimentare, allo stile di vita, alle abitudini che avevamo prima dello stato interessante. Malgrado tutti questi possibili casi, ogni donna può adottare dei comportamenti mirati a ridurre l'incidenza dei disturbi tipici della gravidanza.

I disturbi in gravidanza Collegamenti sponsorizzati

Quali sono i disturbi della gravidanza? Cosa mangiare quando si hanno i disturbi tipici della gravidanza? Quali sono i disturbi più comuni della gravidanza? Alcuni sono frequenti come la nausea mattutina legata alla condizione del diverso appproccio al cibo, altri distrubi possono invece essere meno frequenti e più particolari. Per questi sono richiesti dei trattamenti specifici e mirati.

La nausea mattutina
E' frequente nelle donne incinta sperimentare un senso di nausea al mattino. Questo piccolo disturbo può impedire la normale e sana alimentazione e quindi anche di ottenere i nutrienti e l'energia per la mamma e il suo bambino. Cosa fare in questo caso? Bisogna mangiare ciò che si può ed essere sicuri di avere abbastanza fluidi. Ecco di seguito alcuni suggerimenti utili:
• Non mangiare piatti freddi e troppo odorosi 
• Provare alimenti secchi, leggeri, come cracker, cereali o simili 
• Mangiare piccoli pasti frequenti e piccoli snack per tutto il giorno 
• Bere almeno 8 /10 bicchieri di liquidi al giorno per evitare la disidratazione. Sorseggiate fluidi, piuttosto che tra i pasti per evitare di riempire lo stomaco al momento dei pasti 
• Evitare piatti molto conditi, grassi, fritti, 
• Verificare con il proprio medico le condizioni di salute legate alla presenza di nausea.

Disturbi Gravidanza: Stipsi o costipazione
- Per evitare il disturbo della costipazione sarebbe utile mangiare più frutta e verdura fresca e bere da 6 a 8 bicchieri di acqua al giorno.

Disturbi Gravidanza: Diarrea
- Per evitare questo disturbo, sarebbe utile ed efficace mangiare alimenti che contengono più pectina per aiutare assorbire l'acqua in eccesso.
Esempi di alimenti per ridurre i rischi di diarrea in gravidanza: la mela, banane, riso bianco, farina d'avena, frumento raffinato e pane.

Disturbi Gravidanza: Bruciore di stomaco
- Per evitare fastidiosi bruciori di stomaco in gravidanza, sarebbe opportuno mangiare piccoli pasti frequenti nel corso della giornata; provare il latte alimentare prima di mangiare e limitare alimenti e bevande con caffeina.

Disturbi Gravidanza: Diabete mellito gestazionale
E' una forma di diabete che si verifica nelle donne in gravidanza. Di solito provoca solo lievi sintomi simili a quelli iniziali del diabete di tipo 2, ed è quindi spesso diagnosticato solo da specifici di screening nella 24°-28° settimana di gravidanza; alcuni casi, purtroppo, restano non diagnosticati. Il diabete mellito gestazionale può causare gravi complicazioni per il bambino e la madre, quindi la diagnosi precoce e il trattamento in corso è importante per un buon risultato.

In conclusione: i disturbi della gravidanza possono rendere spiacevole un momento che in realtà dovrebbe essere bello per ogni donna. Cercare di osservare queste semplici regole può essere sufficiente ad ovviare almeno in parte alcuni disturbi tipici della gravidanza. A questo scopo consigliamo anche la lettura dell'articolo su cosa evitare di mangiare in gravidanza

smettere di fumare
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati


Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta